TERRE INDIANE D'AMERICA

Nel Mar Mediterraneo vivono alcune delle specie marine più comuni ma il loro comportamento ci rivela incredibili sorprese.

Reportage
Testo e fotografie di Flavio Oliva

“Nonostante la stagione secca, da tre giorni il cielo è coperto da un velo grigio e la pioggia continua a cadere incessantemente. Il terreno fangoso trasforma le buche in pantani sempre più difficili da superare anche con le quattro ruote motrici del fuoristrada. Ieri, a causa della fitta pioggia che oscurava la vista dal parabrezza, sono quasi finito contro un branco di elefanti mimetizzati dagli alberi”.

Ad accompagnarmi in questo lavoro c’è Steven, Capitano dei Rangers della Riserva Masai Mara che collabora con il Kenya Wildlife Service nelle attività di monitoraggio e anti bracconaggio. Uno dei suoi compiti più interessanti è senza dubbio quello di osservare lo stato di salute dei grandi felini della Riserva.

Da quindici giorni seguo Steven nei suoi percorsi attraverso la savana e ogni tanto c’è il tempo per svolgere qualche piccolo affare quotidiano. 

“Nonostante la stagione secca, da tre giorni il cielo è coperto da un velo grigio e la pioggia continua a cadere incessantemente. Il terreno fangoso trasforma le buche in pantani sempre più difficili da superare anche con le quattro ruote motrici del fuoristrada. Ieri, a causa della fitta pioggia che oscurava la vista dal parabrezza, sono quasi finito contro un branco di elefanti mimetizzati dagli alberi”.

Ad accompagnarmi in questo lavoro c’è Steven, Capitano dei Rangers della Riserva Masai Mara che collabora con il Kenya Wildlife Service nelle attività di monitoraggio e anti bracconaggio. Uno dei suoi compiti più interessanti è senza dubbio quello di osservare lo stato di salute dei grandi felini della Riserva.

Da quindici giorni seguo Steven nei suoi percorsi attraverso la savana e ogni tanto c’è il tempo per svolgere qualche piccolo affare quotidiano.